O si ama alla follia o si odia dal profondo dello stomaco; può aprire irresistibili scenari gustativi tanto quanto chiuderli per sempre; croccante, sapida fino ai limiti del salmastro, sicuramente jodata… in una parola: OSTRICA!

Al vostro barman preferito potreste richiederla così:

“1 mollusco bivalve dalla conchiglia tondeggiante ricoperta di lamelle squamose ondulate con un blanc de blancs, please…”, ma non sarebbe efficace tanto quanto la formula più classica che, con un semplice OSTRICA E CHAMPAGNE, evoca un numero infinito di chiccosissime trame.

Con un calice di bollicine ghiacciate tra le mani e una 1/2 dozzina di ostriche nature, ci si sente subito personaggi di un film,  poco conta il contesto. L’Oyster bar della Old Central Station piuttosto che il mercato sul molo del porto di Saint Malò: a trasformarvi in agenti segreti in incognito o in artisti bohèmiens sarà l’intenso sapore delle ostriche!

Siete pronti, quindi, per una nuova avventura gustativa?

Giovedì 26 maggio non dovrete andare così lontano!

Una verticale di ostriche come raramente se ne vedono (illustata da Alberto Capacci di Selecta), lo stile di Piergiorgio e gli abbinamenti di Daniela metteranno a nudo il vostro rapporto con il mollusco più famoso di sempre!

Il menù

Aperitivo di benvenuto con ostriche fine binic selvaggia n°5 papillon e sambuco
HUGO AL BITTER BIANCO – LUXARDO

A-MARE le ostriche, verticale inabbinamento:
fine de binic n°3
special du belon n°3
perle noire n°3
gillardeau n°3
belòn du belòn 00
CHAMPAGNE BRUT– RUINART

Ostriche in saor con patate e mela croccante
LES VIELLES VIGNES DE SYLVANER 2013, ALSACE AOC – DOMAINE OSTERTAG

Carnaroli di ostrica con brodo di pancetta affumicata e origano, spinacio rosso, Brillat Savarin
SANCERRE 2009 AOC – FRANCK MILLET

“Pane e acqua”, frutti del basso fondale e pane bagnato
MALVASIA 2011, FRIULI COLLIO – BORGO DEL TIGLIO

Roquefort e lampone alla barbabietola fermentata

Mousse al limone amaro, acqua di ostriche e capperi, pompelmo e pomodori canditi, fico d’india all’aceto e pistacchio
MOSCATO GIALLO 2014, CE DOCG – CANTINA MAELI

MENU’
EURO 115,00

prenotazione obbligatoria