Le prime nebbie invadono la campagna, zucche e funghi spopolano in cucina mentre a tavola, giuliva come sempre, compare l’oca!

La gustosa carne del più letterario animale “di corte” diventa protagonista di un interessante Gioco gustativo (dell’Oca, appunto), snodato lungo una proposta in cui la tradizione incontra la fantasia di Piergiorgio e, sfidando consistenze ed abbinamenti, ne riporta (fortunatamente!!) alla ribalta il sapore!

Dal 14 di novembre la nostra cucina è (anche) un omaggio al famoso pennuto di Pontelongo, in stile “Lazzaro” al 100%!

Menù dell’Oca di San Martino

Krapfen con sasaka e cicciole

Royale di fegato grasso

Marinata latte e caffè

Cappelli liquidi con prosciutto “maison”

C-oca

“Uovo al tegamino con tartufo”

Mmejassa allo strutto e mais biancoperla